Home page » Leggi la lampadina » La nuova etichetta »

Cosa cambia rispetto alla vecchia etichetta energetica

A partire dal 1° settembre 2013 è obbligatorio riportare, sulla confezione delle lampadine che vengono immesse sul mercato, la nuova etichetta energetica. Pertanto, per un certo periodo di tempo, sarà possibile trovare contemporaneamente presso i punti vendita lampadine con confezioni dotate di nuova  o vecchia classificazione energetica.
Le immagini riportate di seguito ti aiuteranno a capire le differenze tra nuova e vecchia etichetta energetica.

 

Efficienza energetica: la nuova classificazione 

La nuova classificazione di efficienza energetica prevede classi da A++ (altamente efficiente) a E (poco efficiente). Rispetto alla classificazione precedente, con classi da A a G, la nuova mette in evidenza il miglioramento in termini di efficienza energetica delle nuove tecnologie disponibili. La classificazione energetica indica esclusivamente il livello qualitativo di conversione dell’energia consumata dalla lampadina, ovvero se l’energia consumata è utilizzata in maniera efficiente o meno, ma non fornisce un dato quantitativo di consumo.

 

Altre informazioni

Con la nuova etichetta energetica è introdotto il dato relativo al consumo annuo ponderato di energia espresso in kWh/1000h. Rispetto alla vecchia etichetta, che riporta dati relativi al flusso luminoso (lumen), potenza assorbita (W) e vita utile (espressa in ore), questo nuovo elemento consentirà di acquisire consapevolezza circa l’effettivo peso dei consumi energetici delle diverse tipologie di lampadine e confrontare i diversi prodotti anche in termini di consumo energetico, con una maggiore percezione dei consumi in bolletta.