La tecnologia

I LED sono piccole sorgenti luminose, ovvero minuscoli chip che, sfruttando le proprietà ottiche di alcuni materiali semiconduttori, convertono impulsi elettrici in luce. 

Era il 9 ottobre 1962 quando lo scienziato Nick Holonyak Jr inventò il primo diodo a emissione luminosa nello spettro del visibile, noto come LED. Questa tecnologia si diffuse a partire dal decennio successivo con la funzione di spie e indicatori. Solo a partire dagli anni 2000 il loro sviluppo tecnologico li ha resi adatti alle applicazioni per illuminazione. All'inizio della ricerca, infatti, l'efficacia luminosa (lm/W) era pari a 3 lm/W. Pertanto, il limite dei primi dispositivi LED per illuminazione era l'insufficiente quantità di luce emessa
Oggi i LED sono disponibili in diverse colorazioni, comprese le versioni a luce bianca brillante per soddisfare i desideri e le esigenze dei consumatori nell’ambito dell’illuminazione domestica. I LED possono consumare fino all’80% in meno e durare fino a 30 volte in più rispetto alle tradizionali lampadine ad incandescenza
o alogene e fino a 3 volte di più rispetto alla maggior parte delle lampadine fluorescenti compatte. Si accendono immediatamente e la forma compatta si adatta anche ai piccoli apparecchi di illuminazione e agli spazi ristretti.
Le lampade realizzate con tecnologia LED sono sempre più utilizzate in sostituzione delle sorgenti tradizionali.
Nei LED la luce bianca creata mediante due metodi principali:

  • Combinazione RGB: combinazione, all’interno dello stesso apparecchio o dello stesso modulo, di tre LED (o gruppi di LED) con i tre colori fondamentali (Red, Green and Blue). Mediante la singola regolazione di ciascuno dei tre colori, e la miscelazione della luce emessa dalle tre sorgenti, è possibile creare tutti i colori di luce possibili, dal bianco caldo al bianco freddo.
  • Utilizzo di fosfori: è il metodo attualmente più diffuso e si basa sul principio di conversione luminescente come per le lampade fluorescenti. La luce bianca è ottenuta da un LED a luce blu che attraversa la polvere gialla dei fosfori.

Non tutte le lampadine a LED possono essere montate in apparecchi controllati da variatori di luce (dimmer). Per maggiori informazioni clicca qui

Caratteristiche delle lampadine LED per uso domestico:

Gamma delle potenze disponibili: da 1 a 15 Watt
Emissione luminosa: da 65 a 1500 lumen
Efficienza luminosa: 40 - 90 lumen/Watt
Resa dei colori (Indice di resa cromatica): da 70 a 90 
Tonalità della luce (temperatura colore): da 2.500 a 6.500 Kelvin
Vita utile: 12.000 – 50.000 ore
Attacchi lampadine: E14, E27,G4, G53, GU4, GU5.3, GU10

Efficienza

I LED possono raggiungere efficienze molto elevate, fino a 80-100 lumen/Watt. Normalmente le lampadine LED per uso domestico, per ora, si attestano su rese intorno ai 40-90 lumen/watt.

Classificazione energetica delle lampadine LED

Dove la butto?

Per conoscere come smaltire le lampadine LED clicca qui